IL CLUB DEI TRENTANOVE

La suspense quasi sempre soppiantata dalla commedia degli equivoci è ben lontana dalle prove asfittiche del maestro del brivido nelle pellicole successive. Qui il filo della tensione viene scosso solo al principio, quando, la m.d.p. segue nervosa le falcate dei protagonisti per poi inquadrare da un squarcio accidentale il palco centrale, dal quale è palesata la dicotomia tra la staticità del circostante contingente (le domande del pubblico al Maestro della memoria riguardano solo eventi relativi al passato, accaduti), e il dinamismo di Hanney “Quanto dista Winnipeg da Montreal?”. Un moto solo esteriore però, che si sostanzia nella circolarità di una sinossi filmica il cui cerchio si conchiude-conclude sul teatrino dell’incipit, senza profitto di consapevolezze interiori del protagonista, personaggio inverosimile, in realtà troppo scaltro per assurgere a status di pedina involontaria degli eventi. 

Ore 23:30 | Ingresso gratuito
IL CLUB DEI TRENTANOVE
Un film di Alfred Hitchcock
Con Robert Donat, Madeleine Carroll,
Lucie Mannheim, Godfrey Tearle, Peggy Ashcroft.
(UK 1935 – Spionaggio, 81’)